Restauro conservativo Cupole minori della Basilica di San Pietro

Restauro conservativo delle due cupole minori, Gregoriana e Clementina, concluso nel 2019. Fino ad oggi la superficie complessiva di travertino oggetto di lavori è stata di oltre 35mila metri quadrati. Tutto questo è stato possibile grazie all’impegno del cardinale Angelo Comastri, presidente della Fabbrica di San Pietro, che in questi anni ha trovato generosi benefattori. In particolare la programmazione dell’intervento sul tamburo della grande cupola è stata pianificata grazie al sostegno di Intesa San Paolo.

Il progetto di conservazione dei paramenti in travertino del tamburo e di tutto il perimetro esterno della Basilica è nato e si è sviluppato con l’intento di soddisfare una duplice esigenza di carattere estetico e funzionale. Il primo obiettivo è quello di restituire alla complessa articolazione architettonica del manufatto cinquecentesco «l’antico splendore» attraverso una scelta calibrata del «punto di pulitura», senza sbiancare completamente la superficie lapidea ma conservando sull’opera la preziosa patina storica.

Anno di costruzione: 1649

Costruttore: Michelangelo 

Città: Città del Vaticano

Tipologia: Belle Arti

Galleria